Riportare le notifiche in alto a destra su Archlinux

Con un recente aggiornamento del pacchetto notify-osd da AUR, ho notato che le nuove notifiche (quelle di ubuntu, per intenderci) adesso non vengano più mostrate in alto a destra, ma al centro del lato destro.

A me (ma anche a molte altre persone) questa novità è sembrata un grande peggioramento, cioè, erano molto più comode prima, meno invasive e più eleganti…

Per di più non sarebbe nemmeno un bug, ma devono essere proprio così, come descritto nel Wiki di Ubuntu.

Anche se ho letto che se agli utenti non dovessero piacere a metà schermo, i devs riporteranno tutto come era prima. 😉

Solo che, fino a quel momento dovrei tenermi le notifiche a metà schermo!

molto “antiestetiche” (cit.)

Quindi ho trovato un modo, abbastanza semplice per riportare tutto alla normalità (grazie all’open-source e alla GPL).

In questa guida il pacchetto modificato verrà installato tramite il PKGBUILD.

Come procedere:

1) Scaricare il PKGBUILD del pacchetto notify-osd da AUR, da qui. PKGBUILD Notify-Osd (fai salva con nome sul link)

2) Scaricare il pacchetto dei sorgenti da modificare, da qui. Sorgenti Notify-Osd (come sopra)

3) Aprire il pacchetto (con un semplice doppio clic sul tar) e navigare così nelle cartelle: notify-osd-0.9.19 > src

4) Qui fare doppio clic sul file bubble.c ed editarlo come segue:

La linea da cambiare è la seguente:

this->priv->placement         = PLACEMENT_NEW;

in:

this->priv->placement         = PLACEMENT_OLD;

La riga in questione è la numero 2254.

Fatto questo salviamo e chiudiamo gedit (se avete usato quello).

A questo punto il gestore di archivi dovrebbe chiedervi se volete aggiornare il pacchetto, visto che un file è stato modificato, premete Aggiorna.

5) Modificate il PKGBUILD modificando la riga md5sums (dovrebbe essere la 23), cambiando il valore tra gli apici e mettendo

47725f5c07dfa060b1f21f1dfa918d25

NB: Se avete fatto solo la modifica che vi ho indicato l’hash dovrebbe essere quello, altrimenti ricalcolatelo con md5sum notify-osd-0.9.19.tar.gz

6) A questo punto aprite il vostro terminale, dopo esservi spostati nella cartella contenente il file PKGBUILD e l’archivio con cd, digitate:

makepkg

Adesso se tutto è andato per il verso giusto (perché non dovrebbe?) dovreste ritrovarvi con un bel pacchetto chiamato notify-osd-0.9.19-1-i686.pkg.tar.gz.
Non resta che installarlo 😀

sudo pacman -U notify-osd-0.9.19-1-i686.pkg.tar.gz

Per testare che tutto sia tornato alla normalità date in un terminale:

killall notify-osd

(notify-osd dovrebbe riavviarsi da solo)

Quindi il comando per lanciare una notifica

notify-send -i sunny Eccomi! “Tornato alla normalità…”

Notify-OsdFinito :D

PKGBUILD per Youtube2Music

Di recente ho aggiornato il mio pacchetto di Youtube2Music su AUR.

Youtube2Music è un programma a cui collaboro, insieme a Zenone (un’utente del forum di ubuntu).
ce1eotcpn5eu6tqeasib.png

Questo programma (quello nella foto è la versione trunk dell’SVN) consente, dopo aver immesso il link di un video di youtube, di scaricarne solo l’audio, in modo semplice e veloce.
FEATURES
-Scaricamento audio da youtube
-Conversione tramite ffmpeg
-Possibilità di cambiare nome al file di output (il nome predefinito è il nome del video di youtube)
-Formati disponibili: .aac, .mp3, .ogg.
-Salvataggio delle impostazioni (formato e posizione scaricamento)
-Comoda GUI

FEATURES FUTURE
-Ricerca direttamente dentro il programma (già parzialmente implementata nella trunk)

INSTALLAZIONE
-Da yaourt PKGBUILD
-Da sorgenti Youtube2Music download su Sourceforge
-Da SVN https://youtube2music.svn.sourceforge.net/svnroot/youtube2music

FUNZIONAMENTO:
Dopo aver copiato il link di un video di Youtube, si apre il programma, e o si preme il pulsante incolla (o anche l’iconcina rossa di REC) e il titolo viene impostato automaticamente, oppure si incolla il link nell’apposita casella e inseriamo manualmente il titolo. Si scelgono formato di output e destinazione. Quindi si preme il pulsante converti, e aspettiamo.

Sito Ufficiale: Youtube2Music su Sourceforge
Licenza: GNU GPL
Disclaimer:
Il software in oggetto è stato realizzato per uso ludico/didattico, ogni responsabilità legale (o meno) viene quindi demandata all’utente che ne farà uso. Sarà quest’ultimo che dovrà rispettare le normative vigenti sul copyright, i vincoli imposti da YouTube nei termini d’uso del servizio e le normative legislative sull’argomento. Il sito dov’è ospitato e gli stessi autori quindi, non sono e non saranno responsabili di qualsiasi implicazione derivata.

Se avete suggerimenti/critiche, sono bene accette. Sono accettati anche i voti su AUR 🙂

PS: Qualcuno potrebbe spiegarmi perché il mio PKGBUILD non aggiunge la voce di youtube2music nel menu?

Prime operazioni su Arch Linux

È da poco che uso archlinux, quindi per adesso mi ritengo ancora un newbie.
Arch linux appena installata ha pochissimi pacchetti preinstallati, questa è la sua vera forza, poter aver un sistema altamente personalizzato mantenendo bassissime le richieste hardware.
Per questo alcune cose, possono mancare all’inizio, ma è semplicissimo aggiungerle. 🙂

Una delle cose di cui ho subito notato la mancanza è la libreria dei codec proprietari, come gli mp3.
pacman -S codecs gstreamer0.10-bad gstreamer0.10-ugly gstreamer0.10-ffmpeg gstreamer0.10-ugly-plugins

Un’altra cosa non necessaria, ma comunque importante sopratutto per i siti internet sono i Font Microsoft.
pacman -S ttf-ms-fonts ttf-dejavu ttf-bitstream-vera

Non è installato nemmeno il pacchetto necessario per la decompressione dei file zip, senza di questo non riuscivo ad estrarre i file zip. Installiamo anche i pacchetti per i file rar.
pacman -S unzip rar unrar

Per poter usufruire dei video di YouTube è necessario installare il Flash Plugin.
pacman -S flashplugin
Se i video non dovessero funzionare ugualmente (come è successo a me) in un terminale digitate:
chmod 755 /usr/lib/mozilla
chmod 755 /usr/lib/mozilla/extensions

Inizialmente almeno a me, quando aprivo una cartella non mi si apriva Nautilus (o forse lo era, ma non era quello più completo).
Per far aprire Nautilus automaticamente, apriamo una cartella e poi: Modifica → Preferenze → TAB Comportamento → Seleziona "Aprire sempre in finestre di esplorazione".

Io inizialmente non avevo questi pacchetti, ma probabilmente dipende dai pacchetti selezionati durante l’installazione, quindi alcuni non avranno bisogno di installarli. 😉

Comunque maggiori informazioni si possono trovare cercando nel, ben fatto, Wiki di Arch Linux o nel Forum.
Wiki Internazionale di Arch Linux
Wiki Italiano di Arch Linux
Forum Italiano di Arch Linux