Riportare le notifiche in alto a destra su Archlinux

Con un recente aggiornamento del pacchetto notify-osd da AUR, ho notato che le nuove notifiche (quelle di ubuntu, per intenderci) adesso non vengano più mostrate in alto a destra, ma al centro del lato destro.

A me (ma anche a molte altre persone) questa novità è sembrata un grande peggioramento, cioè, erano molto più comode prima, meno invasive e più eleganti…

Per di più non sarebbe nemmeno un bug, ma devono essere proprio così, come descritto nel Wiki di Ubuntu.

Anche se ho letto che se agli utenti non dovessero piacere a metà schermo, i devs riporteranno tutto come era prima. 😉

Solo che, fino a quel momento dovrei tenermi le notifiche a metà schermo!

molto “antiestetiche” (cit.)

Quindi ho trovato un modo, abbastanza semplice per riportare tutto alla normalità (grazie all’open-source e alla GPL).

In questa guida il pacchetto modificato verrà installato tramite il PKGBUILD.

Come procedere:

1) Scaricare il PKGBUILD del pacchetto notify-osd da AUR, da qui. PKGBUILD Notify-Osd (fai salva con nome sul link)

2) Scaricare il pacchetto dei sorgenti da modificare, da qui. Sorgenti Notify-Osd (come sopra)

3) Aprire il pacchetto (con un semplice doppio clic sul tar) e navigare così nelle cartelle: notify-osd-0.9.19 > src

4) Qui fare doppio clic sul file bubble.c ed editarlo come segue:

La linea da cambiare è la seguente:

this->priv->placement         = PLACEMENT_NEW;

in:

this->priv->placement         = PLACEMENT_OLD;

La riga in questione è la numero 2254.

Fatto questo salviamo e chiudiamo gedit (se avete usato quello).

A questo punto il gestore di archivi dovrebbe chiedervi se volete aggiornare il pacchetto, visto che un file è stato modificato, premete Aggiorna.

5) Modificate il PKGBUILD modificando la riga md5sums (dovrebbe essere la 23), cambiando il valore tra gli apici e mettendo

47725f5c07dfa060b1f21f1dfa918d25

NB: Se avete fatto solo la modifica che vi ho indicato l’hash dovrebbe essere quello, altrimenti ricalcolatelo con md5sum notify-osd-0.9.19.tar.gz

6) A questo punto aprite il vostro terminale, dopo esservi spostati nella cartella contenente il file PKGBUILD e l’archivio con cd, digitate:

makepkg

Adesso se tutto è andato per il verso giusto (perché non dovrebbe?) dovreste ritrovarvi con un bel pacchetto chiamato notify-osd-0.9.19-1-i686.pkg.tar.gz.
Non resta che installarlo 😀

sudo pacman -U notify-osd-0.9.19-1-i686.pkg.tar.gz

Per testare che tutto sia tornato alla normalità date in un terminale:

killall notify-osd

(notify-osd dovrebbe riavviarsi da solo)

Quindi il comando per lanciare una notifica

notify-send -i sunny Eccomi! “Tornato alla normalità…”

Notify-OsdFinito :D

Emesene 2

Emesene 2, la versione che sarà del noto client di messaggistica per linux (e non solo), sta, secondo me, procedendo davvero bene. 🙂

emesene2-options

emesene 2 e la finestra preferenze

Qui a lato Emesene 2 durante una Dummy Session cioè, non si connette a MSN o Gtalk, ma ad una specie di test, utile solo per testare le nuove features di emesene (infatti per accederci non servono neanche password e username).

Nelle preferenze per adesso è possibile scegliere i temi (icone, emoticon e suoni), la grandezza degli avatar, gli eventi per i suoni e per le notifiche, il formato dei nomi dei gruppi e dei nick. Ma non solo, adesso c’è una cosa (ultima tab in figura) che nelle precedenti versioni non c’era, e cioè la scelta delle varie estensioni da usare. Infatti Emesene 2 è stato scritto in modo da renderlo “modulare”, cioè è possibile cambiare il comportamento di vari aspetti di emesene tramite opportune estensioni.

Adesso Emesene supporta sia il protocollo MSN sia quello Gtalk ed in più le Dummy Sessions.

C’è la tray-icon e gli stati si sono ridotti a 5 (online, busy, away, idle e offline), la barra di ricerca non è sempre visibile, ma si vede premendo il pulsantino in alto a destra.

Una altra cosa che ho piacevolmente notato è che dopo aver fatto clic destro su un contatto è possibile vedere una cronologia completa, tutti i nick usati dall’utente, messaggi personali, foto, stato e conversazioni.

Ma una delle cose che preferisco di emesene 2, è il supporto a WebKit, eh si adesso è possibile mostrare i messaggi usando uno stile come le pagine web (vedi foto). In futuro sembra che sarà possibile anche usare i temi di Adium. 😀

emesene 2 mostra l'output con webkit

emesene 2 mostra l'output con webkit

Qui un video, fatto da lo stesso Mariano (autore di emesene) su emesene 2.

Ma come provarlo?

Recentemente il codice di emesene 2 è stato spostato da SVN a GIT.

Per scaricare il codice è sufficiente dare in una cartella:
git clone git://github.com/marianoguerra/emesene.git
Per eseguire emesene:
cd dove/lo/avete/scaricato
python ./emesene.py

Sito ufficiale di emesene: emesene.org

🙂

PKGBUILD per Youtube2Music

Di recente ho aggiornato il mio pacchetto di Youtube2Music su AUR.

Youtube2Music è un programma a cui collaboro, insieme a Zenone (un’utente del forum di ubuntu).
ce1eotcpn5eu6tqeasib.png

Questo programma (quello nella foto è la versione trunk dell’SVN) consente, dopo aver immesso il link di un video di youtube, di scaricarne solo l’audio, in modo semplice e veloce.
FEATURES
-Scaricamento audio da youtube
-Conversione tramite ffmpeg
-Possibilità di cambiare nome al file di output (il nome predefinito è il nome del video di youtube)
-Formati disponibili: .aac, .mp3, .ogg.
-Salvataggio delle impostazioni (formato e posizione scaricamento)
-Comoda GUI

FEATURES FUTURE
-Ricerca direttamente dentro il programma (già parzialmente implementata nella trunk)

INSTALLAZIONE
-Da yaourt PKGBUILD
-Da sorgenti Youtube2Music download su Sourceforge
-Da SVN https://youtube2music.svn.sourceforge.net/svnroot/youtube2music

FUNZIONAMENTO:
Dopo aver copiato il link di un video di Youtube, si apre il programma, e o si preme il pulsante incolla (o anche l’iconcina rossa di REC) e il titolo viene impostato automaticamente, oppure si incolla il link nell’apposita casella e inseriamo manualmente il titolo. Si scelgono formato di output e destinazione. Quindi si preme il pulsante converti, e aspettiamo.

Sito Ufficiale: Youtube2Music su Sourceforge
Licenza: GNU GPL
Disclaimer:
Il software in oggetto è stato realizzato per uso ludico/didattico, ogni responsabilità legale (o meno) viene quindi demandata all’utente che ne farà uso. Sarà quest’ultimo che dovrà rispettare le normative vigenti sul copyright, i vincoli imposti da YouTube nei termini d’uso del servizio e le normative legislative sull’argomento. Il sito dov’è ospitato e gli stessi autori quindi, non sono e non saranno responsabili di qualsiasi implicazione derivata.

Se avete suggerimenti/critiche, sono bene accette. Sono accettati anche i voti su AUR 🙂

PS: Qualcuno potrebbe spiegarmi perché il mio PKGBUILD non aggiunge la voce di youtube2music nel menu?

Odissea: Ridurre Windows Vista per installare Ubuntu

Forse il titolo è un pò esagerato, ma descrive abbastanza bene la difficoltà incontrata nell’operazione di riduzione dello spazio dedicato a MS Windows Vista a favore di Ubuntu.

Continua a leggere Odissea: Ridurre Windows Vista per installare Ubuntu

È arrivato Intrepid Ibex, Ubuntu 8.10

Finalmente, dopo tanta apprensione, ieri (verso le 15:20), è uscita la nuova versione di Ubuntu, Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex.

Potete vedere, nell’home page di Ubuntu.com, la schermata di presentazione del nuovo nato in casa Ubuntu. Anche la Ubuntu italia, ha dedicato la sua pagina iniziale all’Intrepido Stambecco.

Continua a leggere È arrivato Intrepid Ibex, Ubuntu 8.10

Dillo e Lynx, due browser leggerissimi

Oggi si sono aggiunti due browser al mio menù Rete.
Questi due browser sono Dillo e Lynx, browser che si caratterizzano per l’estrema leggerezza e velocità.
– Continua a leggere Dillo e Lynx, due browser leggerissimi>

Come installare OpenOffice 3 su Ubuntu 8.04

Il 13 ottobre, come molti sapranno, è uscita la nuova versione di OpenOffice.org, la release numero 3.

Installare la seconda Suite di Ufficio più utilizzata al mondo, è abbastanza semplice.

Continua a leggere Come installare OpenOffice 3 su Ubuntu 8.04

Banshee, Il riproduttore multimediale

Per ascoltare la musica su Ubuntu, ci sono tantissimi riproduttori multimediali.

C’è Amarok (di KDE), Rhythmbox (di GNOME), Songbird, Exaile, XMMS e… Banshee.

Personalmente, preferisco Banshee, in quanto è il lettore musicale che è più completo, anche se alcune cose sono più sviluppate in altri lettori.

Continua a leggere Banshee, il riproduttore multimediale

Ubuntu vs Windows: i programmi

Molte persone non passano ad Ubuntu con la scusa

Non posso usare Ubuntu perché non posso continuare a fare le stesse cose!

Falso.

È falso, infatti possiamo fare le stesse cose, di più e meglio.

Continua a leggere Ubuntu vs Windows: i programmi